Arte, Danza, Idee, Teatro

‘Schiacciati’ sullo Schiaccianoci

7 Dic , 2014  

pim-off-compagnia-abbondanza-bertoni-le-fumatrici-di-pecore-foto-stefano-manica

ovvero, riflessioni sul contemporaneo (a tempo di balletto)

Pochi giorni fa, al teatro dei Rinnovati, Lo Schiaccianoci ha fatto il tutto esaurito. Non solo. I biglietti sono andati via talmente in fretta, che la produzione ha deciso – in corsa – di aggiungere uno spettacolo pomeridiano. A dimostrazione che non è stata una piacevole coincidenza, alimentata dalla serata mite di un inverno in ritardo. Lo Schiaccianoci ha fatto il tutto esaurito perché la danza classica, da queste parti, si vede col contagocce. Eppure una ‘domanda‘ – se vogliamo ragionare nei termini economici e poco culturali del mercato domanda/offerta – evidentemente c’è. E si sveglia, si muove, esce e riempie il teatro quando ne ha l’occasione. Anche fuori abbonamento.

È stata una piacevole serata. Un buon balletto, presentato da una buona compagnia – il Ballet of Moscow – con un divertente allestimento. Non dei ‘mostri’ di tecnica, giacché i mostri veri da Siena ci passano raramente, ma una interessante incursione nella danza internazionale cui la città ha risposto con entusiasmo. E questa è la prima buona notizia.

More…

  • Share on Tumblr
Condividi su:

Idee, Musica

Buonanotte ai suonatori?

23 Nov , 2014  

flash mob

Anche la musica si scopre povera a Siena. Adesso bisognerà capire come e dove potranno essere reperite le risorse per mantenere operative e qualitativamente eccellenti realtà come Accademia Musicale Chigiana, Siena Jazz, Istituto Rinaldo Franci e tutto ciò che ad esse ruota intorno. Di certo sarà necessario che tutti facciano la loro parte, nel senso che anche queste istituzioni dovranno guardarsi allo specchio e ammettere di avere qualche chiletto di troppo. Ma di questo già si sono accorte e qualcosa è in corso, potranno in questa fase aiutare il focus sui progetti, una maggiore chiarezza degli scopi e degli obbiettivi, e perché no un aumento delle cooperazioni e delle sinergie su temi e spazi.
Già, spazi… quali?

More…

  • Share on Tumblr
Condividi su:

Idee

La roulette russa della cultura senese

20 Nov , 2014  

unnamed

“Quando sento parlare di cultura, metto mano alla pistola o al portafogli” diceva – parafrasando Goebbels – il produttore de “Le Mépris” di Godard. E mano alla pistola dovrebbe mettere anche l’amministrazione comunale quando il tema cultura comincia a serpeggiare su giornali e social network. Mettiamo in fila un po’ di cose.

Santa Maria della Scala continuamente in prima pagina. Si parla di progetti di recupero, di lavori e ristrutturazioni e di agibilità, ma contemporaneamente la gara per sorveglianza, biglietteria e servizi didattici è sospesa: mancano gli accordi tra la ditta che ha vinto l’appalto e i sindacati, manca soprattutto la volontà di risolvere una volta per tutte la questione.

More…

  • Share on Tumblr
Condividi su:

Arte, Idee, Santa Maria

Come possono risorgere le città d’arte. L’esempio di Siena

15 Nov , 2014  

santamariabuia

(Discorsi e ricorsi storici, ovvero chi non la fa non l’aspetti)

 PROLOGO. In consiglio comunale, il prossimo 27 novembre, l’amministrazione presenterà la bozza del nuovo assetto organizzativo e gestionale che sarà dato al Santa Maria della Scala: pare che il modello di riferimento sia una fondazione di partecipazione pubblico-privato al 50 per cento come quella che gestisce, ad esempio, Palazzo Strozzi a Firenze. Ma la forma gestionale è solo un dettaglio (anche se ha monopolizzato la discussione politica degli ultimi due anni). Quello che serve e che manca al Santa Maria oggi è soprattutto una visione progettuale: così noi della Bomba siamo andati a rileggere e a riscoprire, nel passato e nella storia, cosa ha immaginato chi ci ha pensato prima di noi.

—–

Nel 1903 nasceva a Siena la Società Amici dei Monumenti su iniziativa di Fabio Bargagli Petrucci con il fine di conservazione, ricerca, tutela e divulgazione dell’arte senese, ma non solo. Gli intenti filantropici di proselitismo e affezione al patrimonio municipale rispondevano all’esigenza di salvare le opere dai trafugamenti e le chiese delle espoliazioni, allora piuttosto comuni. Gli scritti presenti sui primi due numeri della “Rassegna d’Arte Senese” già “Bullettino della Società Amici dei Monumenti” (1905) offrono notevoli spunti di riflessione sul tempo attuale, per la lungimirante capacità propositiva, il cui orizzonte rasenta i confini dell’illusione, unita ad una chiara consapevolezza del valore e delle carenze delle istituzioni artistiche italiane.

La sfiducia verso una legislazione dei beni culturali carente, la consapevolezza di dover superare tutti i cavilli di una burocrazia che non fa distinzioni, si connettono all’idea di una svolta culturale diffusa per affidare ai cittadini stessi il compito di valorizzare la propria cultura. Bargagli Petrucci auspica per ogni centro culturale minore una rinascita a partire proprio dalle radici artistiche, nell’ottica più ampia di un risveglio dell’Italia intera. More…

  • Share on Tumblr
Condividi su:

Teatro

Spettacolo dal vivo: otto domande (per tacer di altre tre)

10 Nov , 2014  

Teatro-Comunale-dei-Rinnovati---Siena

Dopo qualche mese ci ritroviamo ancora di fronte ad una lettera aperta alle istituzioni sulle questioni irrisolte dello spettacolo dal vivo a Siena.

Ma c’è una novità: stavolta a scriverla non è un collettivo di artisti, bensì una singola compagnia teatrale. Cosa è successo? Quelle rivalità da sempre indicate come una delle maggiori debolezze delle compagnie del teatro e della danza cittadine sono tornate a manifestarsi, dopo un apparente e brevissimo momento di concordia? Non lo so, non credo; sta di fatto che Straligut Teatro ha ritenuto opportuno muoversi individualmente, portando avanti una questione che li riguarda come “uno dei tanti esempi, forse il più stridente, della mancanza di trasparenza nella gestione delle risorse per le politiche culturali senesi”.

La questione individuale è l’azzeramento del contributo da parte della Regione Toscana rispetto al progetto In-Box (su cui potete informarvi qui), dovuto, secondo Straligut, alla latitanza del Comune di Siena.  More…

  • Share on Tumblr
Condividi su:

Idee, Santa Maria

Santa Maria del Sottoscala

8 Nov , 2014  

Scala

Vi ricordate l’atto d’indirizzo sul Santa Maria della Scala? Facendo i conti sta scadendo il tempo per trovare una definitiva definizione a quello “spazio”. Cosa sarà il Santa Maria ancora è piuttosto difficile da dire, perché al di là delle belle idee che vanno soprattutto nella definizione giuridica, ancora manca nel dibattito pubblico un ragionamento sulla funzione di quell’antico museo. Perché di museo si tratta e si deve trattare. Di uno spazio delicato ed un bene culturale inestimabile.

Sinceramente in questi mesi si è sentito parlare di Santa Maria per tanti motivi, ma nessuno più che mi fornisca una visione, un’idea, una progettualità che vada oltre la forma giuridica o le modalità di apertura. More…

  • Share on Tumblr
Condividi su:

Eventi, Idee

La bomba catodica

31 Ott , 2014  

sienacult

Chi ha qualcosa da dire sceglie un canale che ritiene efficace in base al messaggio che vuole dare ed al ricevente ideale. Questa la regola base della comunicazione. Poi sappiamo anche che il mezzo che si utilizza finisce per influenzare il messaggio stesso e la sua percezione e quindi il suo fine. Il medium è il messaggio, citavamo a memoria Mc Luhan ai tempi dell’Università.

Noi volevamo parlare di cultura scegliendo come obiettivi della nostra comunicazione gli operatori culturali cittadini, gli artisti, chi amministra la città e chi ha mantenuto un po’ di curiosità critica. Per questo abbiamo scelto il mezzo del blog. Un modo dinamico e veloce per dire quello che pensavamo e per indicare strade o esempi da seguire. Ma il nostro “essere collettivo” andava oltre ed abbiamo continuato a parlare di ciò che in questa città manca ed andrebbe fatto. Oggi abbiamo la possibilità di cambiare canale, di aggiungere anzi un canale a quello già usato e di conseguenza adeguare la nostra comunicazione e soprattutto il target. La BombaCarta approda anche in tv. Da questa sera comincia infatti l’avventura di “Siena Cult Sera – la terza pagina in tv” che andrà in onda ogni venerdì alle 21 su Siena Tv sui canali 669 e 682 del digitale terrestre. More…

  • Share on Tumblr
Condividi su:

Eventi, Idee, Siena2019

Keep calm and piano B

25 Ott , 2014  

image

(avviso ai naviganti: post lungo, noioso, concentrato sui contenuti culturali e avulso dalla polemica, dall’ironia e dalla bagarre politica. Se cercate quello, ne troverete in abbondanza in altre sedi).

A volte il tempo serve. Così, noi della BombaCarta arriviamo a scoppio ritardato a raccontare, 36 ore dopo, cosa è successo, dal nostro punto di vista, ieri sera all’incontro pubblico in Sala delle Lupe dedicato a Siena 2019 (certo che ci eravamo, per chi ci avete preso…?).
Prima le precisazioni necessarie.
Innanzitutto arriviamo a scoppio ritardato non perché eravamo al mare, ma per due motivi calibrati.
1. A volte per essere lucidi e onesti intellettualmente è necessario ragionare un attimo, metabolizzare e riflettere, così da riuscire a parlare con la testa e non con la pancia.
2. Ritardare di 36 ore ci permette di driblare il dibattito obiettivamente stucchevole e poco costruttivo che si è già abbondantemente sviluppato (e anche rinsecchito, a mio parere) sui social network che tanto male hanno fatto a questo Paese.

Inoltre, al di là delle opinioni personali che qui poco ci interessano (le mie: Sacco e Valentini sono usciti pressoché incolumi da quello che avrebbe potuto essere un bagno di sangue, soprattutto per ‘merito’ di un’opposizione che ha con superficialità perso un’occasione enorme, rinunciando a presentare critiche violente ma serie e limitandosi invece a una inutile e poco dolorosa – per gli interlocutori – polemichetta di parte), la BombaCarta si occupa di cultura e quindi è sulla cultura che ci vogliamo concentrare.

More…

  • Share on Tumblr
Condividi su:

Idee, Siena2019

La fine del mondo è soltanto rimandata

23 Ott , 2014  

manata

Attenzione attenzione: la fine del mondo è soltanto rimandata. Ci aspettavamo orde di materani ad abbeverare i cavalli in Fonte Gaia, ma – al momento – non si sono viste. Ci aspettavamo una città ridotta in cenere e anche questo al momento non è avvenuto. Ci aspettavamo un po’ di autocritica e anche di ciò, al momento, non vi è traccia.

Andiamo per ordine, venerdì dopo la vittoria di Matera si è misurato un dispiacere autentico di chi sinceramente ci aveva sperato nella nomina. Chiaramente chi “apre bocca e lascia andare” non è mancato neppure in quelle ore immediate, ma nel complesso ho personalmente apprezzato la reazione della città. Ho anche passato un sabato in cui ci sembrava che il titolo di capitale lo avessimo davvero conquistato: prima con l’inaugurazione dell’Archeodromo di Poggibonsi (un consiglio spassionato: andate a vedere di cosa si tratta), poi un’affollatissima apertura della nuova libreria Cartazucchero di Maddalena ed Elisabetta dove davvero pareva essersi data appuntamento tutta Siena (appuntamento proprio no, con qualcuno ci siam persi per pochi secondi) e tutti a complimentarsi per l’idea e per la sua realizzazione. More…

  • Share on Tumblr
Condividi su:

Idee, Siena2019

La bellezza (non) ci salverà

12 Ott , 2014  

image

Una tiepida domenica di ottobre che non si arrende all’arrivo dell’inverno e ci permette di girare ancora in maglietta e sandali. Mi concedo una camminata cittadina, ammiro dal basso chi ha scelto il Facciatone per affacciarsi su una Siena che riposa e che concede sotto il sole il meglio di sé. Brulicano lassù, piccoli come formiche, i visitatori che si moltiplicano nelle strade, siedono ai tavolini dei bar e dei ristoranti, si godono Piazza del Campo. I mesi di settembre e ottobre sono quelli di maggior richiamo, mi ha detto un’amica guida turistica; e lo confermano colleghi che hanno dovuto fermarsi qui per lavoro, pochi giorni fa, e hanno faticato a trovare una stanza in albergo, con i motori di prenotazione on line che davano il 70 per cento della capacità ricettiva già occupato.

More…

  • Share on Tumblr
Condividi su: